Ritiro toner esausti

Tandem offre il servizio ritiro toner con emissione di formulario identificativo del rifiuto (come previsto dalla legge) che permette l’eventuale eliminazione di beni durevoli dai cespiti di bilancio.

Cerchi un modo per buttare toner e cartucce stampa ad Arezzo?

Dove gettare toner esausti ad Arezzo?. Il servizio ritiro e smaltimento toner ad Arezzo della Coop. Tandem prevede un costo personalizzato a seconda della posizione geografica (nel comune di Arezzo o fuori) e del numero annuale di ritiri.

Richiedi un preventivo gratuito al 3357505504 oppure scrivici a serviziambientali.tandem@gmail.com

Si ricorda agli utilizzatori che il servizio di raccolta offerto da Coop. Tandem riguarda esclusivamente consumabili esausti da sistemi di stampa elettronica considerati non pericolosi dalla vigente legislazione: sarà pertanto cura degli utenti mantenere separati questi ultimi da eventuali rifiuti da stampa elettronica segnalati come pericolosi dalle case produttrici.

Per PRENOTARE UN RITIRO toner ad Arezzo o territori limitrofi è possibile contattare la Cooperativa via e-mail:

serviziambientali.tandem@gmail.com

OPPURE compilare i campi sottostanti

COME SMALTIRE TONER E CARTUCCE ESAUSTI ad Arezzo?

Tutti i soggetti con partita Iva sono obbligati allo smaltimento dei rifiuti ed hanno obbligo di dimostrarne l’avvenuta distruzione (D.Lgs 152/06 e 205/10 e successivi)(Decreto Ronchi). La legge prevede che il produttore del rifiuto sia responsabile per tutto il ciclo di smaltimento toner, che inizia dal momento in cui viene sostituito e finisce nel momento in cui si ha la prova documentata del suo corretto smaltimento. Anche nel caso in cui le apparecchiature di stampa risultassero noleggiate e quindi non di proprietà, l’Art. 183 del D.Lgs suddetto specifica che il soggetto giuridico è da considerarsi colui che produce il rifiuto.

COME DEVONO COMPORTARSI LE AZIENDE?

Le aziende sono tenute a stoccare in appositi contenitori toner e cartucce di stampa esausti per un massimo temporale di 12 mesi oltre al quale sono obbligati ad affidare i rifiuti ad azienda specializzata che provvederà al trasporto e allo smaltimento. L’azienda addetta al trasporto e smaltimento dei rifiuti fornirà un apposito formulario di identificazione rifiuti (F.I.R.) che attesterà la presa in carico dei materiali ed un secondo documento (quarta copia del formulario) entro 90 giorni, a certificarne l’avvenuto corretto smaltimento.

L’azienda committente avrà l’obbligo di conservare quest’ultimo per 5 anni a dimostrazione della correttezza del processo avvenuto. Non è possibile riconsegnare le cartucce o i toner all’azienda da cui sono stati acquistati a meno che quest’ultima non sia certificata come idonea per lo smaltimento e regolarmente iscritta all’albo; con regolare autorizzazione della regione.

ILLECITI per lo smaltimento rifiuti

Qualora gli organi competenti dovessero riscontrare irregolarità nello smaltimento dei rifiuti, le aziende rischiano una pena pecuniaria che può variare da 2.000 a 15.000€ e sanzioni amministrative che, in caso di reato comprovato, possono anche trasformarsi in sanzioni penali a carico dell’amministratore delegato o titolare dell’azienda.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: